• Event Time:

Laboratorio teatrale/ Atelier de théâtre

dal 5 al 10 maggio 2020

“Saffo in fuga da Mitilene navigò verso la Sicilia”: così Kritias il Primo sul Marmo Pario ci dà l’unica notizia certa attestante la fuga di Saffo da Mitilene alla volta della Sicilia. Anche nei versi della poetessa, in alcuni dei frammenti a noi rimasti della sua opera, è possibile leggere l’esperienza del periodo siciliano a seguito dell’esilio dall’isola di Lesbo.

Saffo, nella nuova vita lontana dalla patria, si rende benemerita, evergete, agli occhi dei suoi contemporanei; al punto che la città di Siracusa, molti anni dopo l’accoglienza offerta alla donna, le dedica una statua purtroppo andata perduta per mano del governatore romano Verre.

La vicenda della poetessa richiama alla mente le innumerevoli vicende di migrazione forzata che hanno caratterizzato la storia dell’uomo; tutta la vita di Saffo richiama alla mente una discriminazione di genere che, da 2600 anni fa si è protratta fino a noi.

E’ una verita: la storia si ripete. A noi e ai nostri eredi il compito di rendere il futuro per sempre libero dai momenti più disumani che essa ha attraversato.

Nel progetto di laboratorio teatrale, viene offerta la possibilità di rivivere la vita della protagonista attraverso i suoi versi superstiti; i partecipanti – da un minimo di 5 a un massimo di 6 persone – conosceranno Saffo immergendosi intimamente, così come solo lo studio di un personaggio teatrale consente, nel suo animo.

Orari:

Il martedi 5, mercoledi’ 6 e giovedi’ 7 dalle 18h30 alle 21h30,

sabato 9 dalle 14h alle 17h. Saggio finale domenica 10 alle 17h.

L’Atelier sarà animato, in italiano, dal professore Francesco Di Vincenzo dell’Accademia delle belle arti di Catania.

E’ richiesta una buona conoscenza/comprensione della lingua.

Info e iscrizioni : 0496/215046 via email : aquiloneinfo@gmail.com